Micol Corbellini

Micol CorbelliniDa sempre, o almeno da quando ho dovuto iniziare a pensare al mio futuro lavorativo, sono fissata per la Comunicazione e in particolare per la Comunicazione nel Sociale. Quindi, determinata ma forse soprattutto testarda, mi sono laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione con specializzazione in Strategie, gestione e comunicazione dei beni e degli eventi culturali e, senza false modestie, mi sono portata a casa il mio bel 110 e lode. Lo dico in questa sede perché a parte mia mamma credo che nessun altro se lo ricordi.

Il giorno dopo la laurea, ma in realtà già da qualche mese prima, prestavo la mia infaticabile opera all’ufficio comunicazione del FAI – Fondo Ambiente Italiano, per approdare successivamente all’Ufficio Progetti Nazionali dove ho collaborato all’organizzazione delle Giornate Europee del Patrimonio. Il FAI, la mia prima grande palestra…
A proposito, dico subito che non sono una grande sportiva, anzi forse neanche piccola… sono un’adorabile pigrona.

Comunque, dopo la prima “palestra lavorativa” durata circa un paio d’anni, incontro quasi per caso Aragorn – agenzia di comunicazione, eventi, fund raising per il non profit.
Faccio parte di questa squadra per quattro anni. Quattro anni ricchissimi che mi permettono di imparare davvero tanto delle campagne di comunicazione sociale, con particolare attenzione alle campagne di raccolta fondi tramite SMS solidale, della gestione di media relations, dell’organizzazione di eventi e manifestazioni di piazza e della gestione testimonial.
Da giugno 2012 ho iniziato questa nuova avventura in Goodpoint, spinta dalla voglia di mettermi alla prova e di continuare a crescere, almeno professionalmente.

Di me dicono che sono un’inguaribile chiacchierona, ma anche un “pasticcino”. Questo fa capire che forse parlo tanto (ma alla fine nel mio lavoro serve, no?) ma che sono anche di una dolcezza infinita (o forse un po’ in sovrappeso?).
Ultima cosa, che non posso non dire quando parlo di me, amo davvero tanto l’Africa: i suoi colori, i suoi odori, la sua gente. Tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This